Come la SEO è cambiata negli...

Come la SEO è cambiata negli anni

mar 24, 2014 - Nessun commento

Ogni anno sentiamo dire che la Search Engine Optimization è morta, o che è stata rivoluzionata. La verità è che, finché i motori di ricerca esisteranno e portaranno traffico ai siti, la SEO continuerà ad esserci. L’unico vero cambiamento sta nel fatto che i motori di ricerca sono migliorati nel riconoscere i numerosi trucchetti e tattiche utilizzate da molte persone che lavorano nel campo.

Tutti punti fondamentali della SEO sono rimasti pressoché invariati: ricerca attraverso parole chiavi, analisi della performance, ottimizzazione dei contenuti audio e video, ottimizzazione della struttura URL, etc.

Per quanto riguarda le parole chiave: non è cambiato molto, si tratta sempre di capire che parole vengono usate dagli utenti per cercare qualcosa. Anche il PageRank è tutt’altro che morto: capire in che modo la struttura internat di link di un sito funziona, può aiutare a raggiungere qualsiasi motore di ricerca.

Riguardo all’analisi della Performance, gli obiettivi sono rimasti gli stessi: identificare la performance di un sito, compararla con i dati relativi al passato per capire se ci sono miglioramenti, identificare e migliorare le pagine meno performanti, eliminare eventuali problemi tecnici che potrebbero ostacolare la performance: la mancanza di dati di riferimento riguardo alle keyword rende questi obiettivi più difficili da realizzare, ma non per questo meno importanti.

Per quanto riguarda il Content Marketing, la creazione di contenuto è al giorno d’oggi più attenta alle implicazioni di alcune singole keyword, con la necessità talvolta di prevedere l’influenza che avranno sui futuri clienti prima del tempo.

In generale, le tattiche si sono evolute, ma gli obiettivi strategici rimangono gli stessi. Per diventare rilevanti per una determinata parola chiave, bisogna creare un contenuto all’altezza. L’importanza del contenuto non è certo una novità: quello che è cambiato è quanto i motori di ricerca riescono oggi ad eliminare falsi segnali di rilevanza e di qualità. Per questo motivo, ottenere visibilità non è più soltanto una questione di piazzamento di keyword, ma anche di creazione di contenuti rilevanti (come avrebbe dovuto essere sempre, del resto).

Il consiglio finale è quello di tornare alle basi teoriche della SEO: analizzate la vostra performance, producete ottimi contenuti che siano rilevanti per il vostro pubblico, e fate attenzione alle domande del pubblico quando offrite link e contenuti.