Le funzionalità del Local...

Le funzionalità del Local Search Marketing

mag 15, 2014 - Nessun commento

A tutti noi sarà capitato, durante una ricerca su Google, di trovare suggerito ed in evidenza un negozio che si trova a pochi passi da casa nostra. Il noto motore di ricerca è in grado infatti di localizzarci e localizzare le aziende che si trovano vicino a noi.

Questo processo, non è automatico ma prende avvio dal servizio Google Places, detto anche Google Business Center. Si tratta di un servizio gratuito che consente agli utenti di segnalare la propria azienda e darne la precisa allocazione su Google Maps. Questo passaggio viene in parte automatizzato grazie all’accesso ai database di Pagine Gialle da cui Google attinge.

L’iscrizione a Google Places è, tuttavia, un passaggio fondamentale per essere visibili su internet. Iscrivendosi sarà possibile fornire informazioni sulla vostra impresa, sulla localizzazione, orari di apertura, categoria merceologica trattata (alcuni esperti suggeriscono di selezionare tutte e 5 le categorie merceologiche disponibili). Si possono fornire indicazioni per più esercizi commerciali attraverso l’implementazione di un file excel (con estensione txt .xls .csv .tsv .ods .xlsx), con la dovuta formattazione delle celle (“http://it.wikihow.com/Aggiungere-Negozi-su-Google-Maps”).

Terminato l’inserimento trascorrerà qualche tempo prima che la vostra azienda sia indicizzata. La tempistica è di circa un mese ma il sistema è sempre più veloce e non è raro trovare la vostra azienda presente sul motore di ricerca dopo una sola settimana.

Parlando di aziende e SEO, ecco alcuni punti che è bene tenere a mente:
• Avere un proprio sito internet può rendervi più competitivi e meglio indicizzati
• Abbiate cura della pagina DOVE SIAMO e inseritevi una mappa da voi creata con Google Maps
• Realizzate un footer schematico che comprenda l’indirizzo dell’azienda
• Quando vi iscrivete a Google Places curate la sezione descrizione, l’algoritmo di Google lavora soprattutto su questo dato
• Siate presenti sui social network e non mancate di includere questi collegamenti nel sito. Fatevi pubblicità anche attraverso il Social Mapping
• Evitate lo spamming, anche se in un primo periodo può gratificarvi alla lunga il sistema potrebbe penalizzarvi
• Create delle affiliazioni con siti, spesso dei colossi, che si occupano di recensire le aziende (il settore turistico ne è pieno)

per tutto il resto, lasciate fare a Google Local…