E-commerce: Le schede Prodotto di Impatto

Coinvolgere, persuadere e vendere sono le tre azioni che rappresentano l'obiettivo finale di una scheda prodotto efficace. Secondo un recente studio condotto dal Nielsen Norman Group, il 20% delle mancate conversioni sono imputabili a descrizioni incomplete, scarsamente informative, poco "seducenti". Le parole devono fornire al cliente la motivazione, il percorso e la spinta verso il traguardo finale: il clic sulla call-to-action.

Ottimizzare le schede prodotto


Lo studio ha evidenziato un dato molto importante: il lettore online non presta attenzione a tutto il testo. Solitamente effettua una prima scrematura che consiste nel leggere con attenzione soltanto due passaggi fondamentali:

  •  l'inizio di una frase
  •  l'inizio di un paragrafo

Il risultato pone il focus sull'importanza della descrizione. Un lungo elenco di caratteristiche, vantaggi, funzionalità rischia di far cadere la scheda nel limbo delle mancate conversioni. Ottimizzare le informazioni vuol dire rispondere alla primordiale domanda che muove il cliente verso un marchio "Questo prodotto fa per me?".

Un beneficio o la risoluzione di un problema sono i primi agganci che l'utente cerca in una scheda prodotto. Attirato da un'immagine accattivante e da una scrittura professionale ottimizzata, inizia a sviluppare un rapporto empatico con il brand, presupposto indispensabile per un futuro acquisto.

4 step per una descrizione prodotto d'impatto


Per realizzare una scheda prodotto precisa, accattivante e professionale, è necessario seguire 6 step ben precisi:

1) Definire la personalità del compratore

Secondo John Rampton, famoso guru del marketing online, una scheda prodotto d'impatto deve rispondere alla regola delle 5W. La prima di queste, Who?, aiuta a conoscere la persona per la quale è stato sviluppato il prodotto. Il solo dato demografico non basta. Occorre pensare come il cliente, capire che cosa lo emoziona e che cosa lo spinge all'acquisto. Una scheda focalizzata sull'utente è una scheda persuasiva!

2) Lo stile

Dopo aver visualizzato la personalità del futuro cliente è necessario decidere lo stile della scheda. Il "tono" della scrittura è uno dei mezzi più semplici per interagire con i propri clienti e per distinguersi dalla concorrenza.


3) Ottimizzare l'elenco delle caratteristiche

È fondamentale descrivere il prodotto e spiegare perché il cliente dovrebbe comprarlo. Il rischio però è quello di creare un elenco noioso e poco produttivo. Il segreto? Elencare tutte le caratteristiche e tradurle in potenziali vantaggi per l' utente che vuole capire come quel determinato prodotto può semplificargli la vita.


4) Brevi parole, brevi frasi, brevi paragrafi

Sembra uno slogan ma in realtà è una delle regole del famoso pubblicitario americano David Ogilvy. Una scheda prodotto d'impatto deve essere semplice e diretta e soprattutto non deve inondare il potenziale cliente con fiumi di parole inutili. Ogni singola riga di testo che non aiuta il cliente a capire il prodotto è inutile e potenzialmente pericolosa perché può scoraggiare un futuro acquisto.

Questi step aiutano a rendere una scheda prodotto efficace e a scongiurare il rischio di reso e l’insoddisfazione del cliente.

Quindi come fare per avere descrizioni che seguono questa strategia? Melascrivi ha a disposizione degli autori che si occupano di realizzarle a partire da un brief ben definito.

Abbiamo realizzato più di mille schede prodotto exnovo per Origini.it, l'ecommerce di vini del gruppo 7pixel. Scarica il Case Study di Origini.it.

Ultime news da Melascrivi