Not Ranking in Google: dipende...

Not Ranking in Google: dipende dal contenuto?

apr 7, 2014 - Nessun commento

Se non riuscite a posizionarvi come volete nelle classifiche di Google, può essere un problema di contenuti, di variazioni di algoritmi o errori comuni.
Tantissimi possono essere i fattori che influenzano il ranking nella ricerca di Google, dalle parole chiave ai backlink.
Non si acquisisce subito un buon ranking, ma occorre lavorarci ed avere pazienza per vedere risultati nel tempo.

I principali algoritmi creati da Google, per calcolare l’importanza di un sito e la posizione di ranking, vengono modificati quasi giornalmente.
Controllate l’account degli strumenti per il Webmaster di Google per capire quale può essere il problema e porvi rimedio. Potrete ottenere informazioni dettagliate sulla visibilità del vostro sito e delle singole pagine che lo compongono.

Spesso vengono indicate pagine di errore 404 anche se in realtà non esistono e la sezione degli errori crawl dovrebbe essere consultata periodicamente nell’impostazione del sito per capire dove si sbaglia.
Se create un sito con contenuti positivi vedrete il vostro rank salire, mentre errori ed attività scorrette portano a penalizzazioni facendo scendere il rank.

Per quanto riguarda i problemi relativi alle modifiche di algoritmi, è difficile destreggiarsi.
Infatti, spesso è complicato capire quale tipo di penalizzazione o algoritmo quotidiano sta influenzando negativamente la posizione del rank del sito web.

L’algoritmo Penguin del 2012 ha spazzato via in un colpo solo i siti di bassa qualità, dando preferenza a quelli con contenuti più elevati e utili al pubblico e costringendo gli esperti del settore a rivalutare le proprie strategie di ottimizzazione.
L’unico modo per cercare di evitare l’abbassamento di posizionamento è cercare di fare migliorie nell’impostazione del sito. Se vedete che il rank migliora, state procedendo nella giusta direzione.
E’ stato sperimentato, ad esempio, che si ottengono maggiori risultati inserendo le parole chiave all’inizio del titolo di una pagina, anziché in fondo.

Se nel corso del tempo vedete che i vostri concorrenti vi stanno superando, mettete in pratica nuove strategie per migliorare la qualità del sito agli occhi di Google.
I siti praticamente perfetti sono veramente pochi e c’è sempre qualcosa che può essere variato in meglio.