Tecniche SEO: come deve essere...

Tecniche SEO: come deve essere un buon articolo

nov 6, 2013 - Nessun commento

Un articolo per essere ottimizzato per SEO necessita innanzitutto di un titolo esplicativo e certamente contenente le giuste parole chiave (keywords), in modo che sia quindi più facilmente rintracciabile attraverso i motori di ricerca. È bene anche che il primo paragrafo le contenga e che esse ritornino più volte all’interno del testo, senza però che sembriate ripetitivi. Per chi ha un blog, ad esempio, risulta vincente anche l’idea di inserire le keywords nello stesso URL della pagina web.
Naturalmente non bisogna certo dimenticare quanto sia importante il testo stesso, sia dal punto di vista visivo (sottotitoli, divisione in paragrafi, punteggiatura, parole messe in evidenza, elenchi puntati, tag) che dal punto di vista del contenuto. Il testo, infatti, dovrà essere originaleaccattivante e redatto senza errori grammaticali e in un linguaggio comprensibile a tutti, evitando di essere troppo prolissi ed eccessivamente eruditi. Del resto, un articolo chiaro, dai contenuti ben esposti e non troppo lungo e noioso attira certamente di più l’interesse degli internauti, garantendo oltretutto un afflusso continuo al sito di riferimento.
È utile, inoltre, inserire nel testo alcuni link che possano aumentare la qualità dell’articolo, magari rispondendo anche alle esigenze degli utenti che potrebbero voler approfondire l’argomento, ma senza appesantire la lettura. Meglio non dilungarsi in giri di parole che finirebbero per far perdere il punto focale; incentrate tutto sull’oggetto del discorso, facendo sì che i lettori non si distolgano da ciò di cui si sta parlando.
Un elemento da non sottovalutare è l’inserimento delle immagini, che sfrutterete per rendere il testo non solo più leggero e navigabile, ma soprattutto più comprensibile ed intuitivo, e una scelta intelligente sarà quella di rinominare le stesse con le keywords.
Ma i punti di forza dell’articolo rimarranno sempre e comunque la semplicità e l’autenticità. Perché, diciamocelo, capita molto spesso di leggere testi simili, visti e rivisti, a volte perfino complicati perché troppo tecnici.
Scegliete un titolo vincente, arricchite il testo poi con un’introduzione che incuriosisca e alletti i navigatori e puntate a delle conclusioni convincenti e incisive… ed ecco che avrete creato un articolo ottimizzato per SEO.