SEO Cannibalization: cos’è e come evitarla

Melascrivi illustra il fenomeno della cannibalizzazione SEO e analizza alcune best practice per evitare che si verifichi.

Nella scrittura di contenuti ottimizzati SEO può capitare di fraintendere o di non applicare nel modo corretto alcune delle best practice che stanno alla base di una corretta stesura dei testi.

Uno degli aspetti su cui è più facile compiere passi falsi è proprio la ricerca delle keyword e il loro inserimento nel contenuto della pagina. Tra gli errori più comuni in questo senso troviamo:

  • Il keyword stuffing, cioè la ripetizione eccessiva della stessa parola chiave all’interno di un unico testo, a discapito della readability e della qualità generale del contenuto. 
  • Il tentativo di posizionare, spesso nemmeno nel modo corretto, troppe pagine diverse per la stessa parola chiave. Un processo che potrebbe portare all’insorgere del cosiddetto cannibalismo SEO

Per procedere con una corretta ottimizzazione dei contenuti e, quindi, veder crescere le possibilità di posizionarsi con successo nella SERP di Google, occorre sapere:

  • Cosa si intende esattamente per “cannibalismo SEO”. 
  • Quali sono nel dettaglio gli aspetti di performance del sito che ne vengono danneggiati.
  • Come è possibile evitarlo e avere contenuti performanti. 

 

Ti servono testi ottimizzati per il tuo sito?

 

Cos’è il cannibalismo SEO

Immaginiamo di dover studiare le performance del sito di un’azienda di calzature. I prodotti vengono venduti attraverso un e-commerce a cui è però associato un blog aziendale, i cui contenuti sono pensati per andare a supporto delle vendite. 
Con l’approssimarsi della stagione autunnale, si potrebbe scegliere di puntare sulla keyword “stivaletti neri donna”, dal momento che, secondo le analisi SEO precedentemente svolte, si tratta di una parola chiave che può garantire un buon successo in SERP.
Si può quindi cercare di posizionare diverse pagine del blog per questa stessa keyword, nel tentativo di aumentare così le proprie possibilità che almeno una si posizioni con successo. 

Agire in questo modo, tuttavia, rischia di rivelarsi più dannoso che efficace: se più pagine diverse competono per posizionarsi per la stessa keyword, si va incontro al fenomeno del cannibalismo SEO: ogni pagina “fagocita” l’altra e abbassa notevolmente (fino talvolta ad annullare) le sue possibilità di ottenere un buon rank. 

 

Questo fenomeno si verifica quando su uno stesso sito sono presenti più contenuti incentrati sulle stesse parole chiave, o perchè i testi ruotano attorno ad argomenti molto simili, o perchè l’ottimizzazione delle keyword non è stata svolta nel modo migliore. 

Anche in questo caso, quindi, si ribadisce l’importanza dell’attenta ottimizzazione dei contenuti, con una particolare attenzione alla loro originalità. Se analizzare e studiare le keyword migliori è sicuramente un primo fondamentale passo per la stesura di contenuti che possano posizionarsi con successo, occorre anche saper utilizzare queste keyword in modo da avere contenuti di ottima qualità

Solitamente Googlebot non mostra in SERP più di due pagine dello stesso dominio in risposta alla medesima query. Il numero può talvolta salire a tre, ma solo nel caso di siti con un domain authority molto alta. 

In presenza di due o più pagine dello stesso dominio ottimizzate per la medesima keyword, l’algoritmo di Google spesso non riesce a identificare quale sia quella che, per qualità o approfondimento, dovrebbe posizionarsi meglio. 

Pensare di aumentare le proprie possibilità di posizionarsi in SERP per una determinata keyword semplicemente creando più pagine incentrate su quella parola chiave, quindi, è fuorviante. 
Le pagine finiscono per competere le une con le altre e il risultato sarà una diminuzione della domain authority, del CTR e del tasso di conversioni per ciascuna di esse. 

 

 

Effetti negativi sulle performance delle pagine

Abbiamo già introdotto alcuni degli aspetti che vengono danneggiati dall’insorgere di fenomeni di cannibalismo SEO.

Sono infatti diversi gli elementi di performance di una pagina che subiscono gli effetti negativi di una ripartizione delle keyword non efficace. 

Autorità della pagina

Google valuta prima di tutto la qualità del contenuto di una pagina. Con “qualità” si intende anche la possibilità di rispondere in modo efficace alle query degli utenti: il contenuto deve quindi essere completo, approfondito e originale

In presenza di più pagine che competono per la stessa keyword, Googlebot non riesce a identificare quale sia quella più autorevole o di qualità migliore. Di conseguenza, tutte le pagine coinvolte vengono danneggiate, perchè nessuna di queste viene ritenuta di buona qualità.

Posizionamento indesiderato

Come conseguenza a quanto appena esplicitato, può anche capitare che a essere posizionata con maggior successo non sia la pagina ritenuta di qualità migliore

Davanti a più pagine indirizzate alla stessa parola chiave, l’algoritmo di Google può scegliere di dare maggior risalto a quella che invece noi riteniamo meno significativa. Questa pagina finisce quindi per cannibalizzare le altre e a influire negativamente sulle performance desiderate dal sito. 

Diluizione dei backlink

Anche l’aspetto dei backlink, tanto importante all’interno di una strategia SEO Off-Site, viene danneggiato da un uso non efficace delle keyword. 

Creare una sola pagina, completa e approfondita per quanto riguarda il tema trattato, significa anche che tutti i link in entrata saranno diretti su quella pagina, aumentandone così l’autorevolezza davanti agli algoritmi del motore di ricerca.

Creare più pagine che tentano di posizionarsi per la stessa parola chiave significa anche, però, che i backlink verranno suddivisi tra tutte queste pagine e, di conseguenza, risulteranno meno efficaci.

Lo stesso avviene con i link interni: invece di condurre gli utenti a una sola pagina di riferimento che contiene tutte le informazioni necessarie, si finirà per rimandarli a pagine diverse dal contenuto spesso parziale. Anche l’esperienza di navigazione dei visitatori del sito risulta quindi di qualità inferiore. 

 

Come evitare la SEO Cannibalization

Per far sì che pagine diverse dello stesso sito non entrino in competizione e possano posizionarsi con successo è possibile intervenire su vari aspetti. 

Consolidare contenuti di qualità

Piuttosto che ripartire le informazioni su più pagine, è opportuno sviluppare un solo contenuto per keyword e curarlo per far sì che risulti di ottima qualità.

Il contenuto deve quindi essere:

  • Originale, non riportare porzioni di testo troppo simili a contenuti già presenti sul web.
  • Approfondito: deve cioè fornire agli utenti informazioni complete, trattando l’argomento in modo esaustivo.
  • Scorrevole: un elemento fondamentale per la qualità di un testo (anche in ottica SEO) è la sua readability. Sono quindi da evitare le ripetizioni di keyword inserite con il solo scopo di ottenere un buon posizionamento in SERP e occorre piuttosto cercare di rendere il testo piacevole da leggere. 

Si può quindi intervenire anche condensando in una sola pagina contenuti in precedenza ripartiti in modo poco efficace. In questo modo si creerà un solo contenuto più approfondito e su cui sarà possibile concentrare tutte le best practice di ottimizzazione. 

Trovare nuove keyword 

Un altro aspetto su cui può essere utile intervenire è lo studio di uno spettro più ampio di parole chiave. Non è detto, infatti, che le keyword per cui erano stati precedentemente creati più contenuti siano le uniche su cui risulterebbe utile lavorare.

Una volta raggruppate tutte le informazioni di risposta a una query in un solo contenuto, si può procedere nella propria SEO strategy cercando nuove keyword su cui incentrare nuovi contenuti. 

Per questo è importante avvalersi di un SEO tool che permetta di tenere monitorare le performance del sito e di studiare eventuali keyword correlate su cui investire. 

Ti occorrono contenuti di qualità per il tuo sito o blog aziendale?

Registrati subito su Melascrivi.com

Avrai a tua disposizione una Content Marketing Suite completa di tutto ciò che ti occorre per trovare le keyword giuste e scrivere contenuti di successo!

Ultime news da Melascrivi