SEO Off-Site: guida introduttiva in 3 passaggi

I 3 step per una strategia SEO Off Site

Il buon posizionamento di un sito nella SERP di Google non dipende soltanto dall’ottimizzazione delle pagine e dei contenuti a livello tecnico e semantico.

Sebbene le strategie On-Site siano certamente l’aspetto più conosciuto della SEO, questo tipo di ottimizzazione da solo non sempre garantisce i risultati attesi.

Per questo, per avere più possibilità che il sito ottenga un buon rank da parte del motore di ricerca, occorre prevedere anche aspetti legati alla SEO Off-Site.

A questo livello di ottimizzazione fanno riferimento tutte le azioni che vengono condotte esternamente al sito, non direttamente sulle sue pagine, ma aiutano comunque a farlo apparire più valido sia agli occhi degli utenti che agli algoritmi di Google.

Dopo aver presentato i 5 passaggi di ottimizzazione On-Site e approfondito gli 8 errori più comuni in questa prima fase di ottimizzazione, passiamo ora in rassegna i tre aspetti principali della SEO Off-Site:

  • Cura della propria reputazione online, anche grazie all’analisi dei backlink.
  • Attività di linkbuilding.
  • Attenzione ai social network.

 

HAI BISOGNO DI ARTICOLI PER GUEST POSTING?

 

 

Reputazione online & Backlink

Come per la SEO On-Page e On-Site, anche in questo caso rimane valida l’idea che gli algoritmi di Google vengono ormai progettati perché possano rispondere alle richieste degli utenti in un modo sempre più simile a una mente umana.

Il motore di ricerca, quindi, “ragiona” premiando i siti che possano risultare effettivamente utili per gli utenti, cioè quelli costruiti con testi di qualità e completi delle informazioni ricercate.

Oltre a una analisi a livello semantico di ciò che il sito o la singola pagina dicono, Google analizza anche ciò che del sito viene detto da altri.

Curare la reputazione online significa dunque far capire a Google che il sito è adatto a rispondere alle domande degli utenti e, quindi, merita di ottenere visibilità.

 

google serp rank

Backlink

L’aspetto forse più determinante all’interno dell’analisi della reputazione online di un sito è quello legato allo studio dei backlink.
Con questo termine vengono indicati i link in entrata, cioè tutti i link che, partendo da un sito esterno, conducono a quello del proprio Brand o della propria azienda.

I link esterni vengono utilizzati dai motori di ricerca per sondare l’autorevolezza di un sito, seguendo l’idea che una pagina che riceve tanti rimandi dall’esterno sarà probabilmente una pagina di qualità.

Come recentemente confermato anche da uno studio di Backlinko, la presenza di un alto numero di backlink permette a un sito di apparire valido agli algoritmi di Google e di essere premiato con un buon posizionamento.

backlink melascrivi

È anche opportuno analizzare la tipologia di link che conducono al proprio sito, dal momento che non tutti sono uguali nel permetterne un buon rank.
Sono diversi i tool che danno la possibilità di studiare i link in entrata per il proprio sito; tra questi, i principali sono sicuramente Semrush e SEOZoom.

 

Analisi backlink

Un esempio di analisi di backlink tramite Semrush.

 

Linkbuilding

Data l’importanza che i link esterni hanno per il posizionamento in SERP, una strategia fondamentale all’interno della SEO Off-Site è quella della linkbuilding, cioè la creazione di link in entrata verso il proprio sito al fine di accrescerne l’autorevolezza e dargli maggiore visibilità.

Anche in questo caso si hanno a disposizione diverse possibilità, da valutare sulla base della strategia che si vuole adottare.

Le opzioni più comuni sono sicuramente due: il guest posting e l’invio di contenuti.

Guest posting

Come il nome lascia indovinare, questa strategia consiste nel pubblicare un contenuto che rimandi al proprio sito all’interno di una pagina di un sito esterno, facendosi così “ospitare” per ottenere maggiore visibilità.

I siti con cui instaurare questo tipo di collaborazione devono chiaramente essere scelti attentamente, sulla base di tematiche, parole chiave o argomenti affini.
Questo perché il collegamento fra i due siti deve risultare naturale, non forzato, in linea con le ricerche che l’utente potrebbe svolgere e con gli approfondimenti che potrebbero incuriosirlo.

Dove è meglio posizionare il link?
Preferibilmente nella parte alta della pagina, così da permettere una migliore indicizzazione da parte di Google.
Il motore di ricerca, infatti, tende a tenere in maggiore considerazione i link inseriti all’inizio di una pagina, piuttosto che nella parte finale.

Un altro elemento a cui prestare attenzione è l’anchor text, cioè la porzione di testo (solitamente due-tre parole) a cui viene “agganciato” il link. In questo caso è opportuno valutare di inserire parole che possano facilmente ricondurre alla pagina da promuovere, quindi brandizzando il collegamento attraverso il nome del sito, di uno specifico prodotto o articolo.

Che siano redatti personalmente o affidati a un Copywriter, i contenuti inviati devono quindi presentare alcune caratteristiche che li aiutino a essere valorizzati da Google e a risultare più accattivanti per gli utenti. 
Rimangono validi anche tutti gli elementi di ottimizzazione di contenuti già presentati a proposito della SEO On-Page. Per questo, nel caso in cui si commissioni la scrittura dei contenuti a un autore esterno, è importante scegliere chi sia in grado di garantire testi redatti in ottica SEO.  

 

Attività di guest posting


Invio di contenuti

Oltre alla collaborazione con altri siti tramite guest posting, un’altra possibilità per aumentare i link in entrata al proprio sito è rappresentata dall’invio di contenuti a piattaforme appositamente dedicate a questo genere di condivisone.

Tra questi compaiono: siti di notizie o che raccolgono comunicati stampa, portali per la promozione di articoli, riviste e giornali online, aggregatori.

La scelta deve essere ben ponderata in modo da risultare il più naturale possibile e in linea con le eventuali ricerche da parte degli utenti di una determinata piattaforma.
Un’azienda attiva nel settore IT con la produzione di software, per esempio, potrebbe valutare di far pubblicare contenuti con link al proprio sito su riviste online o portali che si occupano di servizi B2B per l’area di riferimento.

Anche in questo caso, inoltre, occorre prestare attenzione ad alcuni elementi già citati:

  • La posizione in cui il link viene inserito nel contenuto (è sempre meglio posizionarlo nella parte alta della pagina).
  • La crezione dell’anchor text più adatto.
  • Il rispetto di tutte le best practice di scrittura in ottica Semantic SEO

marketing contenuti seo

Uso dei Social

Le piattaforme social sono ormai uno degli elementi che maggiormente concorrono a costruire la reputazione online di un Brand.
Monitorare quanto viene detto dagli altri utenti permette certamente di farsi un’idea del modo in cui l'azienda viene percepita dai potenziali clienti.

Anche se la reputazione sui social non è ancora stata del tutto inserita come fattore di ranking da parte degli algoritmi di Google, è indubbio che un buon numero di link anche su altre piattaforme possa aiutare il sito ad avere maggiore visibilità e, quindi, maggiore traffico.

 

social media reputation

Si parla in questo caso di “social signal”, cioè elementi tipici dell’utilizzo dei social - menzioni, commenti, link, condivisioni - che rappresentano per Google un segnale che le discussioni riguardanti il Brand o l'azienda sono vive e attive sui social network.
I social signal possono essere sia negativi che positivi e, pur non essendo un fattore di ranking diretto, contribuiscono ad aumentare l'autorevolezza del sito.

Alcuni tool (come MelaKeys, parte della suite di Melascrivi.com) permettono di analizzare quale percentuale del traffico del sito venga da piattaforme social.
Se non come diretto fattore di ranking in SERP, l’analisi del traffico proveniente da queste fonti è sicuramente un elemento che concorre all'orientamento della propria strategia di digital marketing.

 

analisi traffico social con melakeys

Un esempio di analisi del traffico social per due siti svolta tramite il SEO Tool MelaKeys. 

Se stai cercando di promuovere il tuo Brand tramite attività di SEO Off-Site e sei alla ricerca di siti che ti permettano di aumentare il traffico delle tue pagine tramite guest posting, puoi usufruire del servizio di Digital PR presente in piattaforma.

Ti aspettiamo, contattaci subito!

Ultime news da Melascrivi