Keywords: 7 consigli per scegliere le Parole Chiave giuste

Trova le keywords e ottimizza i tuoi contenuti

Vuoi che il tuo sito sia tra i primi risultati su Google? Scegli le keywords giuste! Pensi sia troppo difficile? Niente affatto, seguendo questi semplici tips, potrai vedere dei miglioramento nei risultati del tuo Google Analytics!

Ottimizzare i contenuti: frequenza Vs posizionamento

Immagina di uscire per la prima volta con una persona. A prima vista ti sembra assolutamente perfetta. Pensa se a un certo punto questa persona inizia a parlare dicendo la stessa cosa ogni due o tre parole. Noioso vero? Bene, questa è la medesima reazione che suscita in Google il tuo contenuto se ripeti troppo spesso la keywords!

Ci sono molti fattori che aiutano il motore di ricerca di Cupertino a classificare i tuoi contenuti in modo appropriato e le parole chiave sono un fattore importante ma non l'unico. Al giorno d'oggi, in materia di posizionamento SEO non conta quanto hai ma come lo usi! Questo, tradotto nella necessità di promuovere il tuo sito, vuol dire sapere esattamente dove mettere le keywords piuttosto che piazzarle dove capita.

Miglioramento SEO: ogni cosa al suo posto


Le parole chiave vanno usate con molta astuzia e vanno posizionate in punti strategici!

  • Tag Title, ovvero il titolo che dovrà esprimere chiaramente l'oggetto o il tema del contenuto. È quella parte che appare come la prima riga dello snippet nei risultati di ricerca e che ti permette di essere trovato da Google. Ricorda che non deve essere più lungo di 50/60 caratteri, quindi la keywords dovrà apparire quasi immediatamente e tutto il titolo dovrà essere rapido, incisivo e soprattutto sollecitare la curiosità di chi ti legge.
  • Meta Description, per ottenere un ottimo posizionamento su Google è importante inserire la parola chiave all'interno della Meta Description. Questo attributo HTML è un'anteprima dei contenuti ed è quel quid che porta le persone a decidere se fare clic su un risultato di ricerca per visualizzare l'intero contenuto del tuo sito web.
    Vuoi un piccolo trucchetto? Per essere ancora più visibile utilizza la keyword principale nel Title e nella Meta Description, ma cerca di implementarle utilizzando anche le Keywords correlate.
  • Inserisci in modo appropriato le parole chiave nel testo dell'articolo, ma nella maniera più naturale possibile altrimenti Google indicizzerà negativamente il tuo sito.

E per quanto riguarda i cosiddetti "titoli gerarchici" h2, h3 e così via?
Questi attributi Html servono a strutturare l'intero contenuto. In queste sezioni utilizza le keywords secondarie, che potrai facilmente trovare analizzando la SERP di Google oppure utilizzando un ottimo strumento di pianificazione delle parole chiave.

Google Immagini: migliora il tuo SEO

Spesso carichiamo le nostre immagini senza rinominarle, lasciandole quindi con la dicitura generica "IMG". Questo è un grave errore perché da Google Immagini arriva una mole impressionante di traffico, un fattore che regala al tuo brand opportunità incredibili. È essenziale che tu inserisca quindi la keyword nell'attributo ALT per ottimizzare questo punto della tua strategia SEO.

Intento di ricerca e keywords

Ricercare la parola chiave in modo tradizionale, attraverso gli strumenti di ricerca, è senza dubbio utile ma lo è ancora di più indagare e comprendere le intenzioni di ricerca dei tuoi utenti. Il signor Rossi infatti si mette al Pc per trovare qualcosa e tu devi scoprire che cosa. Come fare? Il primo consiglio è quello di studiare regolarmente la SERP di Google per migliorare il SEO del sito.

Secondo step è capire l'intento in base al tipo di ricerca ovvero devi stabilire se la query è

  • navigazionale (l'utente sa già cosa cerca),
  • informazionale (ad esempio come fare la torta di mele)
  • transazionale (l'intento è finalizzato a un'azione ben precisa).

In base alla query che inserisci i risultati possono essere molto diversi e di conseguenza anche la scelta delle keywords.

Google, traduzioni e SEO

Vuoi conquistare il mercato straniero? Sappi allora che tradurre in ottica SEO aiuta a ottimizzare il posizionamento del tuo brand nel paese di riferimento. Il segreto in questo caso è scrivere un testo di partenza in italiano con le keywords giuste e tradurlo utilizzando le parole chiave adeguate nel testo d'arrivo. Ricorda che spesso un termine che usi nella nostra lingua, in un'altra può avere un significato completamente diverso, in base agli usi e costumi del luogo. Il consiglio che possiamo darti in questo caso è di affidarti a un servizio di traduzione professionale.

Localizza

L'aggiunta di un paese o di una città alla keyword principale ti permette di distinguerti dagli altri e di migliorare il tuo ranking nelle ricerche locali, ovviamente se hai una sede fisica per la tua attività. Inserendo ad esempio Roma accanto al tuo negozio di riparazioni cellulari, otterrai la visibilità su Google Maps e i clienti sapranno dove trovarti. Come scoprire le parole chiave localizzate? Utilizza un tool di ricerca per le keywords e filtra i tuoi risultati in base al tuo stato, città o codice postale.

Un occhio alla concorrenza

Cerca parole chiave dando un'occhiata alla concorrenza. Non ti stiamo proponendo di diventare una specie di Mata Hari 2.0 ma semplicemente di controllare le keywords utilizzate dai tuoi concorrenti per capire come differenziare i tuoi contenuti. Presta particolare attenzione a punti focali quali: URL, i domini, il tag title, i contenuti più indicizzati (pagine prodotto, post del blog, video).

Osserva, analizza e differenzia il tuo sito.

Cosa aspetti allora? Utilizza MelaKeys, il tool che Melascrivi ti mette a disposizione per trovare le keywords perfette per far decollare la tua attività!

Ultime news da Melascrivi