Numero Verde Editori 800 561 748 (solo da linea fissa) attivo lunedì - venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18

Numero Verde Editori 800 561 748

News

SEO Title: Guida a come scriverlo

Cos'è il Metatag Title

I Metatag Title sono sostanzialmente i titoli delle pagine web che vengono visualizzati tra i risultati di Google quando si interroga il motore di ricerca.

Noti anche con altri appellativi, come titoli HTML o page title, si caratterizzano per il fatto che, a seguito di un'interrogazione di ricerca effettuata dagli utenti su Google o su altri motori, appaiono nella SERP, ossia la pagina dei risultati. Cliccandoci su, l'utente atterra al sito internet di riferimento.

I primi tre risultati in SERP per la ricerca 'ristoranti giapponesi milano'. Sono evidenziati i title per ciascun risultato

I primi tre risultati di ricerca in SERP per la parola chiave "ristoranti giapponesi milano". Quelli evidenziati in rosso sono i title, cioè il titolo di ciascuna delle pagine.

Perchè il title è importante per la SEO

Entriamo subito nel vivo: perchè i title sono così importanti?

Come si può facilmente intuire, solo nella prima pagina dei risultati dei motori di ricerca ci sono svariati title, perchè diverse sono le pagine presentate. L'utente, però, ne clicca inizialmente uno solo. Può essere quello che lo incuriosisce di più, oppure quello che gli sembra rispondere meglio alle sue intenzioni di ricerca.

In ottica SEO, avere le idee chiare su come scrivere il title di una pagina si rivela, perciò, di fondamentale importanza. Il titolo della pagina web deve ovviamente riferirsi ai contenuti della pagina. In questo modo, l'utente e il motore di ricerca possono capire facilmente che tipo di informazioni vi sono scritte. Di conseguenza, possono capire se quella pagina può effettivamente rispondere a quello che stanno cercando

Il title deve quindi:

  • Descrivere il contenuto della pagina
  • Risultare accattivante per gli utenti

In questo modo, si ottengono due vantaggi:

  • La pagina è "compresa" correttamente dal motore di ricerca, che capisce per quali domande degli utenti proporla come risposta.
  • Più utenti, una volta che la visualizzano in SERP, sono portati a cliccarci sopra. 

Nella SEO, l’importanza del title appare allora evidente: il suo scopo primario, infatti, consiste nel semplificare la vita ai motori di ricerca che, di fatto, possono comprendere a fondo qual è la tematica più rilevante presa in considerazione all’interno dell’apposita pagina web.

La scelta di puntare su un title univoco, semplice da identificare e contraddistinto dalla presenza delle keyword rilevanti può invogliare maggiormente chi naviga online a cliccarci su e a entrare all’interno di un sito internet.

La componente psicologica ed emotiva, in tal senso, si rivela decisiva, perché si può spingere un lettore sulla homepage di un sito internet piuttosto che di un altro.
Se si opera nel ramo dell’e-commerce, oltre ad incassare una visita e a ottenere più traffico, si può contare su un cliente potenziale in più, andandolo a sottrarre alla concorrenza.

Va precisato, inoltre, che i social network mostrano agli utenti i title quando si conivide il link a una pagina. Una funzione molto valida dei canali social è quella di consentire l’opportunità di inserire specifici titoli, addirittura differenti dal tag title della pagina web di riferimento. Il vantaggio di base di questo aspetto risiede nell’adattabilità del titolo a ogni post pubblicato sulla piattaforma social. E anche questa componente può incidere sensibilmente sulle decisioni successive degli utenti.

Metatag Title: come impostarlo

L'impostazione del titolo di una pagina web è estremamente semplice, visto che all'interno del codice HTML del testo è sufficiente utilizzare il tag "title".

Se però non sei molto pratico con i codici, niente paura!
La maggior parte dei CMS (le piattafore o software che consentono di creare e gestire i contenuti delle pagine web) presenta un'interfaccia semplificata, in cui basta inserire il title prescelto nell'apposito spazio.
Sarà poi il software a "convertirlo" in codice HTML, così che la pagina possa essere effettivamente creata.

Il box di inserimento del title sul CMS Wordpress

La piattaforma WordPress, per esempio, consente di inserire il title molto facilmente.
Quando si va a creare un nuovo articolo o una nuova pagina, sotto alla sezione per la scrittura del contenuto sono anche presenti i box in cui inserire i metatag. Tra questi, il primo box presentato è proprio quello del title. 

Come scrivere il Metatag Title

I titoli delle pagine vanno ideati come li scriverebbe un maniera naturale l’utente sul motore di ricerca. In questo modo risulta molto più semplice essere reperibili. Ciò vuol dire avere più traffico sul sito web.

Cosa c’è da sapere per scrivere un buon Metatag Title a livello di SEO? Beh, oltre ad essere efficace per gli utenti, deve risultare appetibile per i principali motori di ricerca.

Poco fa abbiamo già accennato a come deve essere scritto un title: l'importante è che sia descrittivo e accattivante.
Ma in pratica, cosa bisogna fare? 

Ecco alcuni suggerimenti utili al riguardo:

Utilità per l'utente

I Metatag Title devono indicare nel modo più preciso possibile il contenuto della pagina. In questo modo, l'utente capisce più facilmente di cosa si tratta.

Chi naviga in Rete cerca informazioni mirate a risolvere un problema che può presentarsi con una certa frequenza oppure una tantum. Ecco perché inserire all’inizio del titolo le parole chiave vuol dire abbinare alla logica SEO, la volontà di prestare massima attenzione alle reali esigenze di chi naviga online.

Questo vale per tutti i tipi di pagine di un sito, sia che si tratti di articoli blog che di testi ecommerce.
Nel secondo caso, scrivere dei buoni title vuol dire avere l’opportunità di essere appetibili a un maggior numero di clienti potenziali e di avere tutte le carte in regola per migliorare in modo considerevole i numeri del proprio core business.

Ecco alcuni esempi di titoli ottimizzati in ottica SEO:
"Cos’è un follower?"
"Cos’è la Lead Nurturing?"
"Come fare la besciamella?"
"Come fare soldi in Germania?".

Illustrare un vantaggio

I titoli delle pagine devono mettere in luce fin da subito possibili vantaggi. Altrimenti, perchè l'utente dovrebbe cliccare proprio lì?

Ad esempio:
"Come leggere un libro di 500 pagine in 300 pagine in un giorno"
"Come vedere Netflix americano in Italia"

In ottica e-commerce, in questo caso si potrebbe:

  • Spiegare come avere assistenza dedicata
  • Come ottenere la spedizione gratuitamente
  • Come contattare l'assistenza h24
  • Come avere preventivi personalizzati gratis

Includere Call to Action

Il ricorso alla chiamata all’azione è una strategia interessante per creare curiosità nel cuore dei lettori e spingerli a cliccare sul link.

Alcuni esempi:
"Come perdere 10 kg in un mese con il nostro metodo"
"Come imparare l’inglese in poco tempo con i nostri corsi di lingua".

Presentare una lista

Presentare una lista di prodotti o altri elementi si rivela sempre una scelta vincente.

Per esempio, si può scrivere:
"Le 5 migliori app per dimagrire"
"Le 10 migliori cyclette"
"I 3 migliori prestiti per ristrutturazione casa".

E se si aggiunge anche il brand, la ricerca sarà più affinata. Ad esempio, "Le migliori lavatrici Rex", "I migliori smartphone Samsung", "Le migliori racchette di tennis su Amazon".

Inserire numeri

Come abbiamo detto poco fa, i numeri contano all’interno dei title. SI tratta di elementi particolarmente apprezzati dal motore di ricerca, che è quindi portato a mostrare quella pagina in una posizione più alta della SERP.

Che si tratti di prezzi, di suggerimenti, di statistiche, l’impatto agli occhi dei lettori è evidente.
Ad esempio:
"5 consigli utili prima di comprare casa"
"I 10 errori più comuni fatti dai genitori italiani"
"Come studiare la metà e prendere sempre 30".

Denominatore comune dei seguenti Metatag Title è che sono chiari, perché fanno comprendere agli utenti di cosa si tratta, grazie al ricorso a parole chiave precise, ma soprattutto, attirano la sua attenzione, stimolano il suo interesse, scatenano il suo desiderio e portalo all’azione.
Questo modello, conosciuto come AIDA (Attenzione, Interesse, Desiderio e Azione) è una delle pietre miliari del marketing. Naturalmente, risulta perfettamente valido per Metatag Title SEO oriented.

Lunghezza del title

Spesso, ci si chiede quanto deve essere lungo idealmente il Metatag Title.
La risposta è che, possibilmente, la soglia non deve oltrepassare i 60 caratteri, spazi inclusi.

Una buona parte degli addetti ai lavori sostiene che sarebbe scelta saggia aggiungere un separatore per poi digitare il nome del sito internet. L’operazione in questione ha una sua logica, perché qualora il titolo della pagina non risultasse eccessivamente lungo, gli utenti potrebbero visualizzare in maniera completa il titolo e al tempo stesso il nome del sito internet e del separatore.
Tuttavia, all’esatto opposto, potrebbe risultare impossibile visualizzare il contenuto nella sua interezza.

Title SEO: Errori da non fare

Eccessiva lunghezza

I primo accorgimento da tenere in considerazione consiste nel rientrare nella soglia dei 60 caratteri, senza mai sforare.
Si evita così l’interruzione della visualizzazione del titolo. La presenza dei tre classici puntini sospensivi "…" si verifica nell’evenienza che il titolo risultasse più lungo del dovuto. L’utente che naviga online, poi, non sarebbe invogliato a cliccare su quel determinato contenuto.

Massima attenzione va poi attribuita ai caratteri adottati: va preferito il ricorso ai caratteri minuscoli piuttosto che a quelli maiuscoli. Il motivo di fondo è che questi ultimi, come si può facilmente intuire, occupando maggiore spazio, andrebbero sensibilmente limitati al minimo.

Assenza di keyword

Per scrivere un title altamente efficace, è doveroso pensare con la testa dell’utentee chiedersi, di conseguenza, quali sono le keywordche potrebbe digitare in una determinata interrogazione su un motore di ricerca. In linea di massima, la sintesi si dimostra un dono prezioso.

Tuttavia, in diverse circostanze, non è detto che un titolo eccessivamente lungo penalizzi. Spesso, avviene l’esatto opposto. Andando alla ricerca di informazioni specifiche, l’utente può digitare un titolo lungo.

Le parole chiave rilevanti andrebbero poi inserite, se possibile, all'inizio del title.
Commettere l’errore di non posizionare le keyword di maggiore rilevanza all’inizio, finisce inevitabilmente per non attirare alcun lettore.

Ci soo due motivazioni per agire in questo modo:

  • Il motore di ricerca potrebbe finire per tagliare il title, e la parola chiave non sarebbe così visibile.
    E a fronte di una pagina ottimamente posizionata all’interno della SERP dei motori di ricerca, ottenere un numero ridotto di click è davvero una beffa.
  • Sul web, la soglia dell’attenzione di coloro che navigano online è già bassa di per sé. Per questo motivo, ogni distrazione del caso è bene evitarla. Informazioni scarsamente rilevanti o, peggio ancora, del tutto fuorvianti possono far perdere al titolare del blog o al webmaster del sito internet anche parecchie visite.

Keyword stuffing

Abusare delle keyword nel titolo delle pagine è un errore che bisogna evitare a tutti i costi.
Fare keyword stuffing nella stesura del titolo e per tutte le pagine web del sito internet di turno non porta affatto valore aggiunto. Nel lungo periodo, i motori di ricerca avvertono la suddetta sovra-ottimizzazione.

Risultato? Si viene penalizzati all’interno della SERP. Magari, chi aveva profuso massimo impegno, sforzi, energie, tempo e soldi per un eccelso lavoro SEO oriented con cui aveva scalato posizioni importanti all’interno della SERP, si ritrova punto e a capo.
Ciò non deve mai accadere: con il keyword stuffing, redditizio però molti anni fa, si perde visibilità sui motori di ricerca e la notorietà del brand finisce per venire meno.

Title doppi

Nel mondo di internet ogni giorno vengono pubblicate miliardi di pagine web. Il confine tra i vari contenuti è davvero labile: basti pensare al livello di competitività che si registra nel mondo degli e-commerce che vendono gli stessi articoli.

Ogni pagina web, pertanto, deve contare su uno specifico title. Quest’ultimo, logicamente, deve differire da tutti gli altri. La distinzione sta nel renderlo unico: se è stata creata una specifica pagina web, con ogni probabilità un webmaster, un blogger, un esercente che fa e-commerce ha avvertito la necessità di farlo. Per questo motivo, attribuire uno specifico titolo, tutto deve essere, fuorché un problema.

Ti servono Articoli SEO?

SEO COPYWRITING

Ultime news da Melascrivi

fluttuazioni-ranking-cosa-sono-e-come-gestirle
30 Novembre 2021

Fluttuazioni Ranking: Cosa sono e come gestirle

Google Dance: Cos'è Google Dance: come funziona? Fluttuazioni ranking: perchè avvengono? Fluttuazioni SEO: Cosa fare? Il sogno di ogni webmaster ...

Leggi di più
ecommerce-seo-scrivere-title-di-pagina-prodotto
18 Novembre 2021

Ecommerce SEO: Scrivere title di pagina prodotto

Perchè è importante Come scriverlo Lunghezza title ecommerce Correttezza keyword Quali informazioni inserire Scrittura contenuti per Ecommerce Il titolo pagina prodotto ...

Leggi di più
small-business-seo-guida-completa
11 Novembre 2021

Small-Business SEO: Guida Completa

Perchè è importante Come farlo Negli ultimi tempi, si è registrata un’importante accelerazione da parte di Google nel miglioramento delle ricerche ...

Leggi di più
piano-editoriale-seo-guida-completa
5 Novembre 2021

Piano Editoriale SEO: Guida Completa

Cos'è Perchè è importante Come farlo Piano editoriale blog aziendale Piano editoriale ecommerce Servizio Piano Editoriale SEO Template Piano Editoriale Programmare ...

Leggi di più