Influencer marketing: i 5 trend che domineranno il 2020

Le dimensioni contano, soprattutto se parliamo di influencer marketing. Chi pensa che la propria strategia debba ancora tenere conto di numeri, followers e celebrities è sulla strada sbagliata.
Quali sono allora i trend più in voga e quelli che promettono di rivelarsi più redditizi? Ed è vero che il vicino di casa che fa il micro-influencer è in grado di battere Chiara Ferragni?

In questa breve guida prenderemo in esame le tendenze che nel corso dei prossimi mesi caratterizzeranno l’influencer marketing:

  • La crescita dei micro-influencer
  • L’avanzata dei contenuti audio e video
  • La sinergia tra content, influencer e social media marketing
  • L’attenzione alla qualità dei contenuti
  • La creazione di collaborazioni stabili e durature

L'avanzata dei micro-influencer

In principio c’erano i numeri e i volti noti, poi arrivò un folto esercito di nano e micro-influencer a rivoluzionare il campo del marketing, regalando al pubblico e alle aziende un canale di comunicazione tra i più efficaci: la fiducia. Ed è proprio questo sentimento, ispirato dall'immedesimazione con il micro-influencer, a creare coinvolgimento e interesse nei confronti del brand.

Questo trend, tradotto in risultati pratici, comporta un engagement 7 volte più potente rispetto a quello generato dai grandi influencer e un ROI straordinario a costi molto bassi. Ma perché succede questo? Semplicemente perché il micro influencer ci sembra più vicino a noi, più "umano" e credibile. Queste sensazioni aumentano la frequenza di esposizione ovvero il tempo in cui noi interagiamo con i contenuti da lui promossi, contenuti e prodotti che ci sembrano più vicini a noi e più adatti al nostro stile di vita.

Più spazio ai contenuti audio e video

Nel 2019 è stato registrato un trend molto di grande impatto: gli influencer non si sono limitati a pubblicare post sponsorizzati ma hanno prodotto un numero incredibile di video e podcast. Nel 2020 questo trend è destinato a crescere e la cosa non deve stupire: basti pensare che 6 persone su 10 hanno dichiarato di preferire i video sul web e la fruizione di video su dispositivo mobile cresce ogni anno del 100%. Per comprendere questi dati occorre riflettere sul maggiore grado di coinvolgimento regalato dai contenuti audio-video rispetto ai canali e ai post tradizionali, un elemento che ha fatto di Youtube una delle piattaforme più in salute nel panorama social, insieme a TikTok e a Twich, la nuova arrivata.

Anche in questo caso quello che fa la differenza è il grado di coinvolgimento dello spettatore che trova nel livestream una migliore relazione con il brand rispetto all’impersonalità degli spot e dei contenuti scritti. A questo si aggiunga anche il fatto che, grazie alla presenza di smartphone sempre più performanti, la fruizione dei contenuti audio e video è semplificata e resa accessibile ovunque: a casa, sul lavoro così come in metro o sull’autobus.

I Fantastici Tre del marketing online

Content marketing, influencer marketing e social media marketing non possono funzionare bene se separati. Una strategia che combini questi tre fattori e li faccia procedere parallelamente è uno dei modi migliori per creare fiducia e credibilità attraverso contenuti condivisi da figure importanti e influenti sui social media.

Questo meccanismo sarà ancora più diffuso nel 2020: i marchi continueranno a creare contenuti attraverso diversi mezzi quali post, video, podcast e così via. Tali contenuti poi diventeranno virali con la condivisione sui social aziendali e coinvolgeranno sempre più persone grazie all’azione dei micro-influencer.

Hai già provato MelaCondividi?

 

 

 

 

La qualità dei contenuti

Content is King”, anche nel 2020. Cambiano i volti, cambiano i numeri, si diversificano le campagne ma il punto d’origine è sempre quello, la presenza di un contenuto di qualità. Instagram ha recentemente introdotto una grande novità in risposta ai detrattori della qualità sui social: il numero dei like infatti è oscurato e rimane visibile solo al proprietario dell’account. Contro l'azione dei bot e dei finti followers, quello che conta oggi è l’interazione derivata da ciò che si scrive, da quanto le parole e le call to action riescono a coinvolgere il pubblico.

Quando un contenuto diventa qualitativamente ineccepibile? Quando risponde a tre requisiti molto importanti:

  • Fruibilità
  • Curiosità
  • Riconoscibilità

Insieme costituiscono un mix perfetto in grado di fidelizzare i followers, con anche il risultato di essere premiati dalla piattaforma con la quale si interagisce grazie al fatto che le persone che vengono coinvolte interagiscono più a lungo.

Influencer marketing e brand: una relazione stabile e a lungo termine

Mentre i primi tempi dell’influencer marketing vedevano collaborazioni effimere e poco stabili, in cui le campagne non facevano parte di un progetto più ampio e il rapporto con gli influencer si esauriva nel giro di pochi mesi, nel 2020 il nuovo trend dell’influencer marketing ci narra la storia di una relazione a lungo termine, un presupposto essenziale per fidelizzare il consumatore al brand. Grazie a un rapporto prolungato, l’influencer ha tempo e modo di stabilire una connessione intima e guidata dalle stesse passioni con il suo pubblico mentre il brand ricava una serie di benefici non trascurabili. Se da una parte un investimento a medio e lungo termine sulla figura dei micro-influencer offre il suo ritorno in termini di soldi spesi, sforzi e tempo, dall’altro il brand può approfittare dell’opportunità unica di una fiducia stabile e sulla proposizione commerciale di prodotti tagliati sulla misura dei desideri e delle esigenze del pubblico che lo segue.

Non sai da che parte iniziare? Vieni a trovarci su Melascrivi e scopri il servizio MelaCondividi: costruiremo insieme a te la strada più efficace per promuovere il tuo brand!

Ultime news da Melascrivi