Numero Verde Editori 800 561 748 (solo da linea fissa) attivo lunedì - venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18

Numero Verde Editori 800 561 748

News

Piano Editoriale SEO: Guida Completa

Programmare i contenuti mediante il piano editoriale SEO è un lavoro di estrema importanza per quanto riguarda il posizionamento organico, ed è un'operazione fondametale per una content marketing strategy

Scalare posizioni su Google e sui motori di ricerca è un obiettivo fattibile se si pubblicano sul proprio sito internet, sul blog aziendale o sul portale di e-commerce post di approfondimento interessanti, schede prodotto che portano agli utenti in fase di lettura.

Chi naviga online e si imbatte nei contenuti da te postati è sempre un tuo cliente potenziale.
Puoi conquistarlo con informazioni nuove, con post originali e con testi ben scritti. In questo modo, tramite un dettagliato lavoro di pianificazione editoriale SEO, hai l’opportunità non solo di farti conoscere meglio dagli utenti, ma anche di diventare più appetibile per i motori di ricerca.
D’altronde, lo scopo principale di questi ultimi verte sull’indicizzazione e sull’offerta di articoli in linea con le ricerche e con le reali esigenze di chi naviga su internet.

Con un piano editoriale SEO hai tutte le carte in regola per rendere il tuo sito internet, il tuo blog o il tuo portale di e-commerce ancora più autorevole sui motori di ricerca.
Contenuti sempre freschi e pubblicati con costanza, se di qualità, unici e ben formattati fanno la differenza, ti portano maggiore traffico e, di conseguenza, puoi migliorare i numeri della tua attività commerciale, a partire dalle vendite online, dal fatturato e dai profitti, e, al tempo stesso, ottenere più follower sui social network e più iscritti alla newsletter.

Piano editoriale SEO: cos’è?

Il piano editoriale SEO è una programmazione dettagliata dei contenuti che vanno postati online entro una determinata data. In particolare, si parla di siti internet,  sempre il canale di comunicazione centrale di qualsiasi realtà imprenditoriale.

Si tratta di un aspetto specifico della stesura di un piano editoriale generico: in questo caso, si fa riferimento in particolare ai contenuti di un sito che mirano a portare le pagine a un miglior posizionamento in SERP.
Il PED, infatti, viene strutturato anche in altri ambiti, per esempio i contenuti social. In questa guida, però, ci occuperemo solo di questo aspetto specifico.

Per ovvi motivi, in un piano editoriale SEO, la pianificazione dei contenuti va definita per iscritto, affinché coloro che si occupano della stesura dei contenuti (copywriter, web writer, ghost writer) siano tenuti al corrente dei compiti da assolvere.

I contenuti di qualità vanno definiti al meglio, tenendo conto delle parole chiave attinenti al tuo core business.
Come ti cercano i clienti sui motori di ricerca?
Quali sono le keyword che digitano con maggiore frequenza per approdare sul tuo sito internet?
Quali parole chiave potrebbero contribuire a darti maggiore visibilità online, ma non sono ancora coperte a sufficienza con i tuoi contenuti?

Queste sono alcune delle domande a cui si va a rispondere con la messa a punto di articoli, post di approfondimento, schede prodotto. La loro programmazione va definita mediante un piano editoriale SEO che risponda al meglio alle query digitate su Google e sui motori di ricerca dagli utenti del web che, se fai e-commerce, sono pur sempre clienti potenziali.

Se intendi migliorare il posizionamento del tuo sito web, del tuo blog o del tuo portale di e-commerce, devi optare necessariamente per nuovi contenuti di qualità, ottimizzati sui motori di ricerca. Questo non vuol dire fare qualche aggiornamento su ciò che hai già postato in passato, modificando la data di pubblicazione. I risultati non sarebbero degni di nota.

Ciò che un lavoro di calendarizzazione editoriale SEO ti consente di ottenere è aggiungere nuovi contenuti in maniera continuativa: andrai a posizionarti meglio in base alle molteplici keyword a coda lunga, tenendo conto della tua offerta commerciale.

Un esempio concreto ti aiuterà a comprendere ancora meglio il concetto di stesura di un piano editoriale SEO.

Nel settore della moda, negli ultimi anni, sono ritornati in auge i maglioni a collo alto, noti come dolcevita. Nelle grandi occasioni, dove non è richiesto un dress code particolarmente formale, si suole indossarli sotto la giacca, al posto della camicia.
Se hai un negozio di abbigliamento, un piano editoriale SEO può aiutarti a spingere le vendite dei dolcevita che hai nel tuo magazzino.

Ecco alcune delle parole a coda lunga maggiormente digitate dagli utenti del web:
1. Dolcevita in cotone uomo
2. Dolcevita in cotone donna
3. Dolcevita in caldo cotone
4. Dolcevita cashmere
5. Dolcevita 100% cashmere
6. Maglioni a collo alto a chi stanno bene
7. Dolcevita bianco come indossarlo
8. Dolcevita bianco come abbinarlo
9. Dolcevita sotto giacca
10. Dolcevita perché si chiama così?

Insomma, come puoi renderti conto, di query di ricerca su questo capo di abbigliamento ce ne sono in abbondanza. Scrivere post di approfondimento a tema all'interno del blog del tuo portale e-commerce e inserire link che se cliccati, rimandano alle schede prodotto dei dolcevita che vendi online, è una strategia vincente per:

  • Portare traffico qualificato (gli utenti sanno cosa cercano, e dunque possono essere più interessati a comprare)
  • Fare conversioni 
  • Generare Lead, cioè contatti (se l'obiettivo è il rilascio autorizzato dei dati personali a seguito di richieste effettuate con la compilazione di un form o mediante l’invio di un’e-mail). 

Lavorare con un piano editoriale SEO, dove vengono definite le scadenze in forma scritta, è utile per spingere le vendite online del tuo negozio di abbigliamento.
Molti negozianti così come molti imprenditori decidono di ricorrere al piano editoriale SEO solo in occasioni importanti: ad esempio, a ridosso di Natale o poco prima dei saldi, visto che c’è da massimizzare le vendite.

Tuttavia, da professionisti con pluriennale esperienza nel settore del posizionamento SEO e dell’e-commerce, ci sentiamo di consigliarti di puntare su contenuti di qualità e su post ottimizzati sui motori di ricerca per tutto l’anno.
Attirare l’attenzione dei clienti è un’attività che va fatta di continuo se desideri espanderti e crescere a livello di vendite. Se a ragionare in questo modo è solo la tua concorrenza, sei destinato a essere tagliato fuori. Non farti anticipare e vai alla ricerca di clienti potenziali con contenuti mirati, pianificati secondo un piano editoriale SEO.

Programmazione SEO: perché è importante?

Contenuti freschi, aggiornati, ben redatti, creativi, ottimizzati su Google fanno la differenza per la SEO e per il tuo business. Sostanzialmente, pubblicare nuovi contenuti SEO, sulla base di un piano editoriale calendarizzato, si rivela imprescindibile, perché puoi ottenere maggiore visibilità sui motori di ricerca e beneficiarne in termini di autorità nel tuo settore agli occhi di chi naviga su internet.

Partendo dall’idea di fondo che tu possa contare su abili web writer, in grado di rendere appetibili i contenuti su Google e sui motori di ricerca, l’impegno profuso nella SEO si rivela utile per diversi motivi.

1. In primo luogo, nuove pagine web, contenenti articoli di ottima fattura, contribuiscono ad attirare i robot di scansione (crawling). Ciò vuol dire che ogni volta che posti regolarmente nuovi contenuti, diventi più appetibile per i motori di ricerca.
Anche se aggiorni contenuti postati in precedenza, sempre tenendo conto delle keyword e delle parole chiave su cui intendi lavorare, vai ad ampliare il numero di query con cui puoi essere classificato.
Oltre al numero di keyword presenti sulle pagine web del tuo sito, Google classifica i tuoi contenuti anche tenendo conto dell'attinenza al tuo settore. Più ne posti, e di alto livello qualitativo, più va a migliorare e ad ampliare la tua user experience on site, visto che stai inviando ai motori di ricerca tutta una serie di segnali, classificati ottimamente in termini di autorevolezza e di affidabilità.

2. Nuovi contenuti e di qualità, definiti sulla base di un piano editoriale SEO, portano nuovo traffico qualificato.
Nel momento in cui posti articoli di approfondimenti aventi a che fare con la natura dei prodotti che vendi online, chi naviga su internet ed è consapevole di ciò che cerca, può raggiungere il tuo blog, conoscere un po’ di storia della tua impresa, cliccare su un link che rimandi al tuo portale di e-commerce, navigare tra le varie sezioni, scorgere quel determinato articolo che gli interessa e, magari, acquistarlo. In tutto questo lasso di tempo, la sessione di navigazione sarà durata diversi minuti, varie saranno state le pagine web consultate e la frequenza di rimbalzo si sarà abbassata.

Inserire nuovi contenuti al tuo sito internet o che rimandino al tuo portale di e-commerce, vuol dire incuriosire i lettori ad effettuare tutti gli approfondimenti del caso. Pubblicare aggiornamenti con una cadenza regolare comporta che gli utenti diventino clienti potenziali, incuriositi nel consultare le informazioni postate di continuo.

Si genera, di fatto, un flusso costante di traffico al tuo sito internet che, da un lato, i motori di ricerca e Google giudicano positivamente e, dall’altro, fa sì che i visitatori tornino di continuo a navigare tra le pagine web del tuo store online. Questa tappa si rivela decisiva nell’ottica della customer journey, vale a dire che l’interazione tra il tuo brand e i clienti effettivi e potenziali è destinato a consolidarsi.

Come fare un piano editoriale SEO

Un piano editoriale SEO mira a presentare al cliente potenziale nuovi contenuti. Agendo in questo modo, vai ad ampliare la tua audience, perché intercetti le esigenze di nuovi utenti, e incrementi al tempo stesso la popolarità e l’autorevolezza del tuo sito internet.

Con contenuti ottimizzati, correlati a prodotti e servizi, rientranti nella tua offerta commerciale, potrai raggiungere l’utente nella fase decisionale del processo di acquisto. Quella che, tanto per intenderci, porta alla conversione.

Piano editoriale per blog aziendale

Nella circostanza in cui il tuo blog o sito internet aziendale, dovesse presentare una doppia alberatura per ciò che concerne i contenuti, è di estrema importanza non inserire articoli che si vadano a sovrapporre alle pagine business.

Prendiamo il caso di un sito internet di una web agency che ha come core business la realizzazione di siti internet, il miglioramento del posizionamento organico, la stesura di testi ottimizzati SEO, la gestione dei canali social, la pianificazione di campagne pubblicitarie online.
In questo caso è bene evitare uno degli errori SEO più comuni: la cannibalizzazione fra le varie pagine web ottimizzati per le stesse keyword.

In concreto, se hai la pagina servizio denominata "Sviluppo siti web" e poi la categoria di post "Sviluppo siti web", tieni conto che è un errore da evitare.
Cosa fare al riguardo? Ti conviene unificare le suddette pagine web con la pagina business a cui spetterà il ruolo di apripista, andando a introdurre l’archivio dei contenuti sulla tematica in oggetto.

Nell’evenienza in cui vi fosse un post specifico, ottimamente posizionato su Google e sui motori di ricerca, anche decisamente meglio rispetto alla pagina web del servizio di turno, allora ti conviene reindirizzare il post a quella pagina web.
Ti dovresti, però, porre un quesito: come mai i motori di ricerca hanno preferito l’articolo di approfondimento piuttosto che la pagina web dedicata ai servizi?

Di ragioni ce ne possono essere varie: spesso, è una questione di distribuzione di link inseriti all’interno o di parole chiave a coda lunga, maggiormente in linea con le ricerche degli utenti del web. Perciò, prima di optare per la rimozione di un post e di procedere al reindirizzamento, è opportuno rifletterci a sufficienza.

Piano editoriale per e-commerce

Le sovrapposizioni tra le categorie del blog aziendale e quelle degli articoli venduti online possono incidere negativamente in termini di posizionamento organico.
Risultato? A fronte di errori, c’è il rischio di avere un numero di visite minori. Di conseguenza, le vendite online così come il fatturato e l’utile netto dell’attività commerciale finiscono per risentirne negativamente.

Affinché ciò non si verifichi, un lavoro mirato di pianificazione editoriale SEO deve diversificare al meglio l’ottimizzazione delle categorie del blog aziendale rispetto alle categorie dei prodotti messi in vendita sul portale di e-commerce.
Ciò significa sfruttare al meglio il potenziale della doppia alberatura.

I vantaggi in ottica SEO per lo store online sono tangibili: lo dimostrano i picchi di traffico sul portale di e-commerce, l’aumento delle vendite online e il miglioramento dei numeri che contano in termini di business.

A fronte di un eccelso lavoro sul blog aziendale, in ambito di pianificazione editoriale SEO, hai tutte le carte in regola per mantenere un posizionamento ottimale su Google e sui motori di ricerca, tenendo conto delle parole chiave in linea con la tua offerta commerciale.

Nello scenario in cui le sovrapposizioni fossero irrecuperabili, la scelta migliore consiste nell’iniziare tutto ex novo con il piano editoriale. Alternativamente, spostare il blog aziendale su un sottodominio può essere la scelta migliore possibile, perché lo si rende indipendente.

Servizio realizzazione Piano editoriale SEO

Che si tratti di un blog o di un sito di e-commerce, occorre creare contenuti attinenti al tuo core business dopo aver preso in esame le keyword più strategiche. 
I tuoi prodotti e i tuoi servizi ne beneficeranno in termini di visibilità e verranno maggiormente acquistati, grazie a un lavoro di copywriting persuasivo. Invogliamo all’acquisto i tuoi clienti.

Se hai timore a muoverti da solo, puoi affidarti a un servizio di creazione di piani editoriali SEO.

Un modello vincente di piano editoriale SEO deve contenere 3 elementi base:

  1. Titoli ottimizzati
  2. KPI keyword
  3. Gestione e pubblicazione monitorata dei contenuti

L’intento di fondo consiste nell’aumentare il traffico organico proveniente dai motori di ricerca per specifiche parole chiave che il tuo target ricerca online.

In primo luogo, devi avere una panoramica chiara su come è composto il tuo target e quali sono le variabili che contraddistinguono la tua nicchia di mercato.
Di conseguenza, chi leggerà i tuoi post?
Come aumentare la visibilità dei tuoi contenuti? Avere ben chiare le abitudini, i comportamenti, le esigenze degli utenti e il modo con cui approdano al tuo sito internet è l’identikit necessario per farti trovare con maggiori possibilità tra i meandri del web.

I contenuti che andrai a pubblicare devono dare valore aggiunto a chi li legge. Se lavorerai in questa direzione, darai il via a un circolo virtuoso che, passo dopo passo, contribuirà a migliorare il posizionamento organico del tuo sito internet sui motori di ricerca. Scalerai posizioni e guadagnerai quote di mercato, a discapito di competitor sempre più agguerriti.

Se in passato, numerosi clienti che, potenzialmente, potevi intercettare con la tua offerta commerciale, acquistavano invece dalla concorrenza, ora con un piano editoriale SEO programmato a regola d’arte, avviene l’esatto opposto. I clienti verranno da te, trovandoti con maggiore facilità e sarai tu a sottrarre rilevanti quote di mercato ai tuoi competitor.

Template Piano Editoriale

Quali sono le voci del piano editoriale SEO?
Andando nell’operativo, vi sono tutta una serie di voci che bisogna mettere nero su bianco affinché non vi siano intoppi nella realizzazione del piano editoriale SEO.

Nello specifico:
- Stato: il contenuto è stato prodotto o è in fase di pubblicazione?
- Mese: il lasso di tempo entro cui il contenuto finale va postato.
- Autore: la figura designata a pubblicare il contenuto.
- Data di caricamento: il giorno preciso dove il post va pubblicato (o è stato pubblicato) sulla piattaforma.
Le suddette voci sono imprescindibili per monitorare il progetto e per raggiungere gli obiettivi nei tempi pattuiti.

Ti servono Articoli SEO?

SEO COPYWRITING

Ultime news da Melascrivi

fluttuazioni-ranking-cosa-sono-e-come-gestirle
30 Novembre 2021

Fluttuazioni Ranking: Cosa sono e come gestirle

Google Dance: Cos'è Google Dance: come funziona? Fluttuazioni ranking: perchè avvengono? Fluttuazioni SEO: Cosa fare? Il sogno di ogni webmaster ...

Leggi di più
ecommerce-seo-scrivere-title-di-pagina-prodotto
18 Novembre 2021

Ecommerce SEO: Scrivere title di pagina prodotto

Perchè è importante Come scriverlo Lunghezza title ecommerce Correttezza keyword Quali informazioni inserire Scrittura contenuti per Ecommerce Il titolo pagina prodotto ...

Leggi di più
small-business-seo-guida-completa
11 Novembre 2021

Small-Business SEO: Guida Completa

Perchè è importante Come farlo Negli ultimi tempi, si è registrata un’importante accelerazione da parte di Google nel miglioramento delle ricerche ...

Leggi di più
seo-title-guida-a-come-scriverlo
28 Ottobre 2021

SEO Title: Guida a come scriverlo

Cos'è il Metatag Title Perchè è importante in ottica SEO Come Impostarlo Come scriverlo Title SEO: Errori da non fare Cos'è ...

Leggi di più